USA QUESTA barra per trovare ciò che ti interessa

AGRICOLTURA DI PRECISIONE PROGETTO SPERIMENTALE PER LE PICCOLE E MEDIE AZIENDE AGRICOLE



Agricoltura di precisione: Confagricoltura, università, scuola e Regione insieme per un nuovo progetto

programma della presentazione



La presentazione del progetto si è tenuta Sabato 25 novembre 2017, dalle ore 9.30 presso l'Auditorium a Martellago Piazza Vittoria 11 (VE) Ex BCC S. Stefano 









----0----

PROGETTO DIVULGATIVO IN MATERIA DI AGRICOLTURA DIPRECISIONE NELLA REALTA’ AGRICOLA DEL VENEZIANO CENTRALE



evento organizzato da Confagricoltura Venezia uff. zona Mirano in collaborazione con Erapra e con il Dipartimento territorio e sistemi agroforestali dell'Università degli Studi di Padova e con il patrocinio della Regione Veneto 

 Illustrazione del contenuti del Progetto

Premessa
Il comparto agricolo del territorio centrale dell’Area Metropolitane di Venezia è caratterizzato dalla presenza di imprese, perlopiù di piccole e medie dimensioni , dedite alla coltivazione di seminativi : quali mais, frumento, barbabietole ecc., mentre tra le colture specializzate riscontriamo l’orticoltura, il tabacco e, negli ultimi anni, sta prendendo sempre più piede la vite.
In questo contesto colturale è maturata la necessità di sviluppare un specifico Progetto di sperimentazione,conoscenza e applicazione delle tecniche legate all’Agricoltura di Precisione
Obiettivi
L’Agricoltura di Precisione (AdP) si articola in un insieme di principi di gestione agronomica i quali ,partendo dall’osservazione, individuano interventi secondo le effettive esigenze delle colture e delle caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo .
Le conseguenti tecniche e le relative tecnologie sono studiate, perciò, per conseguire un effettivo miglioramento qualitativo sia sotto il profilo economico che ambientale dell’attività agricola.

Il Piano Industria 4-Settore Agricoltura considera,infatti, prioritaria la diffusione dei contenuti della AdP e destina specifiche risorse finanziarie per favorire i cambiamenti nei modi di produzione.

Il presente Progetto, promosso da Confagricoltura Venezia , ha come “campo sperimentale” le aziende agricole di dimensione piccola e media operanti in comparti produttivi diversi : seminativi, orticoltura , vite, tabacchicoltura ecc
.

Si propone,quindi,per questa tipologia di impresa di :
a) verificare e dimostrare l’effettivo potenziale delle tecniche della AdP
b) analizzare l’efficienza delle relative tecnologie
c) esaminare le condizioni atte alla loro diffusione con particolare attenzione alla valutazione economica e per quella ambientale anche nell’ottica degli effetti a
medio -lungo termine
d) disponibilità della tecnologia e di servizi relativi

Risultati attesi

I risultati attesi dal Progetto si possono così sintetizzare :

1) mettere disposizioni delle imprese agricole piccole e medie :

- un insieme di dati, valutazioni ,comportamenti e metodologie per le loro scelte strategiche- le tecnologie più idonee e ,possibilmente,i relativi costi di utilizzo

2) ipotesi di elaborazione finale di protocollo operativo



Collaborazioni tecnico-scientifiche
Per lo sviluppo del Progetto Confagricoltura Venezia ha chiesto e ottenuto la collaborazione di:
> IIS- Istituto di Istruzione Superiore 8 Marzo – K. Lorenz di Mirano
> TESAF- Dipartimento Territorio e Sistemi Agroforestali dell’Università di Padova.


Struttura e budget del Progetto
Il Progetto sarà sviluppato nel biennio 2018-2019 con tutta la fase preparatoria ultimata nel 2017.
Le sue attività sono così articolate:

1. Confagricoltura Venezia

  • individua il pool di aziende agricole operanti nel territorio del Miranese e del Dolese adottando
i seguenti criteri di selezione :
-dimensione aziendale piccola e media
-tipologia produttiva : seminativo,vite,orticoltura tabacco ecc..
-produzione interessata la relativa superficie coltivata

1.2 organizza e coordina le attività previste dal Progetto


2. IIS 8Marzo-Lorenz e TESAF-UNIPD
2.1Attività dell’IIS 8Marzo
In sintesi ,i capitoli principali :

  • individuazione di 10 studenti del corso tecnico agrario da formare come tutor aziendali
  • formazione dei 10 tutor da parte di UNIPD in materia di software gestionali, da impiegare nelle aziende agricole
  • svolgere attività di tutoring degli studenti presso le aziende agricole (6 mesi), con analisi delle tecniche di precisione già utilizzate e con applicazione su scala reale del software gestionale
  • feedback delle attività svolte, con individuazione delle criticità e stesura delle ipotesi operative per il loro superamento


2.2 Attività del TESAF- UNIPD
L’attività sarà articolata in due moduli:
a- teorico su “Aspetti generali dell’AdP)
-strumenti e metodi
-sensori e metodi di rilevamento
-tecnologie a confronto
-vantaggi economici e ambientali
b- teorico-pratico su “Utilizzo di software gestionali”,
per la formazione di 10 studenti tutor che poi applicheranno le tecniche di precisione nelle rispettive aziende agricole e così articolati :
>ciclo di lezioni pratiche sull’uso di gestionali/GIS.
In particolare 12/16 ore da fare in 2 giorni sui seguenti argomenti :
> uso del FarmWorks per gestionale
· scaricamento mappe satellitari (Sentinel 2)
· uso dei radiometri multi spettrali
· costruzione di mappe di vigore (NDVI)
· uso MZA per definire le zone omogenee
· uso del FarmWorks per mappe di prescrizione
· uso del FarmWorks per quaderni di campagna

3.Stesura di Report
- sugli stati di avanzamento semestrali delle attività svolte
- finale del Progetto
- eventuale proposta di protocollo operativo
4. Attività di comunicazione
4.1 Convegno del 25/11/17 - Presentazione del Progetto
4.2 Informativa sugli stati di avanzamento ai Soci e relativi comunicati stampa

4.3 stesura di un  Report Finale 
Print Friendly and PDF

articoli