AGRICOLTURA IN VENETO :NORMATIVE- OBBLIGHI - FINANZIAMENTI - EVENTI - NEWS

01 giugno 2013

agricoltore per autoconsumo

Agricoltore per autoconsumo.

Possono rientrare in questa categoria, generalmente chi possiede un piccolo orto familiare,o un piccolo vigneto ( meno comunque di 900mt )con cui produce piccole quantità vino per autoconsumo, i piccoli produttori di miele, o chi possiede qualche animale da bassa corte.
I  prodotti agricoli non possono essere in alcun modo commercializzati,e vengono utilizzati esclusivamente per l'autoconsumo familiare.

E' obbligato ad avere un numero di partita IVA SE NON SI COMMERCIALIZZANO I PRODOTTI?
 NO.

Nel DPR 404 /5 ottobre 2001 e successive modifiche ed integrazioni, si prevede che tutti coloro che producono beni destinati alla vendita (quindi senza distinzioni sulla quantità) sono soggetti passivi dell’Imposta sul Valore Aggiunto, (IVA.) e QUINDI DEVONO obbligatoriamente POSSEDERE UNA PARTITA IVA.

Fatta questa premessa ricordiamo comunque che :
Ai sensi dell’art. 4 del DPR 26/10/72 n. 633,  l'imposta sul valore aggiunto (IVA) si applica sulle cessioni di beni e le prestazioni di servizi:
Costituiscono cessioni di beni, gli atti a titolo oneroso e gratuito che importano trasferimento della proprietà ovvero costituzione o trasferimento di diritti reali di godimento su beni di ogni genere.

Nello specifico CHI PRODUCE SOLO PER l'autoconsumo familiare di prodotti agricoli non può essere considerato  attività d'impresa, in quanto non vi è alcun trasferimento di beni o diritti ad altro soggetto e di conseguenza non risulta soggetto all'imposta sul valore aggiunto,ed è quindi di fatto esentato dall'obbligo di possedere un numero di partita iva.
INOLTRE

L'Agenzia delle Entrate procede d'ufficio alla chiusura delle partite IVA dei soggetti che, sulla base dei dati e degli elementi in suo possesso, risultano non aver esercitato nelle tre annualità precedenti attività di impresa ovvero attività artistiche o professionali.


LA PRODUZIONE AGRICOLA E' PER DEFINIZIONE UN'ATTIVITA' PROGRAMMATA, QUINDI NON E' MAI CLASSIFICABILE  COME UNA PRESTAZIONE OCCASIONALE O SALTUARIA.

Concludendo nello specifico l'autoconsumo familiare di prodotti agricoli non è  soggetto ad IVA fino a che persiste il requisito di mancata cessione di beni o diritti (ANCHE GRATUITAMENTE) ad altro soggetto.


Sembra superfluo dirlo ma essendo privo di partita IVA non ha alcun obbligo di iscrizione in Camera di commercio ne di tenuta delle scritture contabili.



Print Friendly and PDF

Periodici on-line gratuiti di: CONFAGRICOLTURA

Periodici on-line gratuiti di: CONFAGRICOLTURA
Clicca sull icona e Leggi le riviste online o sfoglia le news/letter !

Consulta le pubblicazioni GRATUITE nella NOSTRA biblioteca multimediale

articoli